webmail PEC
cerca
contatti
Ordine Degli Ingegneri della Provincia di Gorizia
Via Roma, 20
34170 Gorizia
Tel/Fax: 0481 534226
CF: 80007030317
PI: 01157630318
 

 

 

P.A. - PEC
Username:
Password:

Richiesta Accreditamento
P.A.

Cookie Policy

Privacy

Note Legali

CONSIGLIO TRASPARENTE


La presente sezione, denominata “Consiglio Trasparente”, è stata istituita ai sensi e per gli effetti della Legge 6 novembre 2012 n.190 (Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione) e del D.Lgs. 14 marzo 2013 n.33 (Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni).

In base all’art 2-bis, introdotto dalla Legge di conversione 30 ottobre 2013 n.125, gli Ordini professionali, enti pubblici non economici, debbono adeguarsi a tali disposizioni – con propri Regolamenti – solo nella misura in cui gli obblighi da essa derivati siano compatibili con le relative peculiarità; a tal fine l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Gorizia, si è attenuto alle indicazioni, per quanto applicabili, del “Regolamento recante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione delle informazioni da parte del Consiglio nazionale e dei Consigli territoriali degli Ingegneri” adottato dal CNI nella seduta del 19/12/2014.

La sezione è organizzata nelle seguenti sotto-sezioni, all’interno delle quali saranno inseriti i documenti, le informazioni e i dati previsti dal D.Lgs.n.33/2013 mano a mano che si renderanno disponibili.



Disposizioni generali


Programma per la trasparenza e l’integrità

Regolamento recante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione delle informazioni da parte del Consiglio Nazionale degli Ingegneri e dei Consigli territoriali dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Gorizia ai sensi dell’art.2, comma 2 bis del D.Lgs.31 agosto 2013 n.101, convertito nella Legge 30 ottobre 2013 n.125

Responsabile unico per la prevenzione della corruzione e la trasparenza.

Referente provinciale prevenzione corruzione e trasparenza



Atti generali

Gli Ordini degli Ingegneri e degli Architetti sono stati costituiti con la Legge 24 giugno 1923 n. 1395 “Tutela del titolo e dell’esercizio professionale degli ingegneri e degli architetti”.

L’Ordine degli Ingegneri è un Ente pubblico, non economico (con esclusione, cioè, di fini di lucro nella propria attività), istituito con legge dello Stato e posto sotto l’alta vigilanza del Ministero di Grazia e Giustizia; ad esso deve essere obbligatoriamente iscritto chi, in possesso di laurea specifica, intende poter esercitare la libera professione.

All’Ordine è affidata, oltre alla conservazione dell’Albo Professionale, con relative iscrizioni, cancellazioni ed aggiornamenti, anche la rappresentanza generale della categoria professionale, il perfezionamento formativo e professionale degli iscritti, il potere di esprimere pareri in tutte le materie che comunque interessano l’esercizio della professione, l’elaborazione e l’applicazione del codice deontologico, la formazione delle tariffe ed ogni altra funzione che contemperi gli interessi dello Stato e del cittadino con i doveri ed i diritti dei professionisti.

Gli ingegneri iscritti agli Ordini sono tenuti ad osservare i comportamenti che sono richiesti ai fini istituzionali dell’Ordine stesso e ad astenersi da quei comportamenti che possano essere in contraddizione e in conflitto con essi.

La principale normativa di riferimento che disciplina l’ordinamento professionale è:

Codice Civile – Libro Quinto, artt. 2222-2239 Lavoro autonomo e professioni intellettuali
Legge 24 giugno 1923, n. 1395 “Tutela del titolo e dell’esercizio professionale degli Ingegneri ed Architetti”

Regio Decreto 23 ottobre 1925, n. 2537 “Approvazione del regolamento per la professione di Ingegnere ed Architetto”

Legge 25 aprile 1938, n. 897 “Norme sulla obbligatorietà della iscrizione negli albi professionali e sulle funzioni relative alla custodia degli Albi”

Decreto Legislativo Luogotenenziale 23 novembre 1944, n. 382 “Norme sui Consigli degli Ordini e sulle Commissioni Centrali ora denominate Consigli Nazionali”

Decreto Legislativo Presidenziale 21 giugno 1946, n. 6 Ordinamento Consigli Nazionali degli Ordini

Decreto Ministeriale 1 ottobre 1948 Trattazione ricorsi al Consiglio Nazionale

Legge 8 dicembre 1956, n. 1378 Riattivazione esami di Stato

Decreto Ministeriale 9 settembre 1957 n.585 Regolamento esami di Stato

D.P.R. 328/2001 Modifiche ed integrazioni della disciplina dei requisiti per l’ammissione all’esame di Stato e delle relative prove per l’esercizio di talune professioni, nonché della disciplina dei relativi ordinamenti

D.P.R. 137/2012 Regolamento recante la riforma degli ordinamenti professionali


L’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Gorizia ha adottato i seguenti regolamenti che ne disciplinano l’organizzazione e l’attività:

Codice deontologico degli Ingegneri italiani (C.N.I. ediz. 2014)

Regolamento di funzionamento del Consiglio (in elaborazione)

Regolamento di funzionamento delle Commissioni (in elaborazione)

Regolamento di attuazione delle norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi (in elaborazione)

Regolamento di attuazione delle norme sulla tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali (in elaborazione)

Regolamento per l’acquisizione di forniture, servizi e per l’esecuzione di lavori in economia (in elaborazione)

Codice di comportamento dei dipendenti (in elaborazione)

Circolari dell’Ordine (in elaborazione)



Organizzazione


Organi di indirizzo politico-amministrativo


Gli iscritti dell’Albo degli Ingegneri della Provincia di Gorizia eleggono il proprio Consiglio con cadenza quadriennale.

Il Consiglio esercita funzioni di regolamentazione organizzativa, economica e disciplinare dell’Ordine; inoltre fornisce supporto alle pubbliche amministrazioni su argomenti attinenti alla professione.

In particolare esercita le seguenti attribuzioni:

procede alla formazione, alla revisione ed alla pubblicazione dell’Albo;
stabilisce il contributo annuo dovuto dagli iscritti per sopperire alle spese di funzionamento dell’Ordine;
amministra i proventi e provvede alle spese, compilando il bilancio preventivo ed il conto consuntivo annuale;
dà, a richiesta, parere sulle controversie professionali e sulla liquidazione di onorari e spese;
vigila alla tutela dell’esercizio professionale ed alla conservazione del decoro dell’Ordine.

Il Consiglio attualmente in carica è stato eletto a seguito delle votazioni tenutesi dal 25 al 30 luglio 2013; si è insediato nella seduta del Consiglio del 23/09/2013 nell’occasione della quale sono state assegnate le cariche di Presidente, Segretario e Tesoriere.

Presidente Ing. PIETRO ZANDEGIACOMO RIZIO' C.V. DICH.
Segretario Ing. ALBERTO PICH C.V. DICH.
Tesoriere Ing. MAURO USSAI C.V. DICH.
Consigliere Ing. CLAUDIO BENSA C.V. DICH.
Consigliere Ing. PAOLA BISIACH C.V. DICH.
Consigliere Ing. PAOLO BLAZIC C.V. DICH.
Consigliere Ing. MASSIMILIANO BRESSAN C.V. DICH.
Consigliere Ing. SERGIO DE MARCHI C.V. DICH.
Consigliere Ing. Iunior STEFANO MINIUSSI C.V. DICH.


L’attività dei Consiglieri è gratuita.

Il Consiglio si riunisce di norma una volta al mese e, comunque, ogni volta che, su giudizio del Presidente, se ne ravvisi la necessità.

Regolamento di funzionamento del Consiglio (in fase di redazione)



Organo disciplinare

Presso il Consiglio dell’Ordine è istituito, ai sensi dell’art.8 del D.P.R 7 agosto 2012 n.137, il Consiglio di disciplina territoriale al quale sono affidati i compiti di istruzione e decisione delle questioni disciplinari riguardanti gli iscritti all’Albo.

Il Consiglio di disciplina è composto da un numero di componenti pari a quello del Consiglio dell’Ordine ed è nominato dal Presidente del Tribunale tra i soggetti indicati in un elenco di venti nominativi proposti dal Consiglio dell’Ordine.

D.P.R. 7 agosto 2012 n.137

Regolamento per la designazione dei componenti i Consigli di disciplina territoriali degli ordini degli Ingegneri

--> Insediamento Consiglio di disciplina



Contatti (in fase di elaborazione)

Modalità per segnalare illecito deontologico/presentazione esposto (in fase di elaborazione)

Regolamento di funzionamento del Consiglio di disciplina (in fase di elaborazione)



Articolazione degli uffici

La struttura organizzativa dell’Ordine è costituita sostanzialmente da una segreteria che provvede a tutte le incombenze amministrative inerenti alle attività di competenza.

L’ufficio è ospitato in una sala della sede dell’Ordine, sito a Gorizia in via Roma n. 20, ed è posto sotto la supervisione del Presidente e del Segretario del Consiglio dell’Ordine, pro tempore in carica.

La segreteria gestisce anche i pagamenti relativi alle spese necessarie per il funzionamento della sede e per l’attività istituzionale dell’Ordine e tiene la relativa prima nota, il tutto sotto la diretta supervisione del Tesoriere pro tempore in carica.

Il Tesoriere provvede alla supervisione delle attività economiche dell’Ordine e redige, con la consulenza di un commercialista esterno, le proposte di bilancio preventivo e consuntivo annuale da sottoporre all’approvazione dell’assemblea degli iscritti.

La segreteria gestisce anche gli archivi correnti e storici dell’Ordine.



Contatti

L’ufficio di segreteria è accessibile per gli iscritti nei giorni dal lunedì al venerdì con orario dalle 10 alle 13.

Il contatto telefonico, nella medesima fascia oraria è il n. 0481534226; e tramite fax al n. 0481534226.

Ai fini delle richieste di qualsiasi informazione concernente l’assolvimento delle funzioni istituzionali attribuite al Consiglio territoriale dell’Ordine la casella di posta elettronica istituzionale è “segreteria@ordineingegneri.go.it” e di quella certificata dedicata è “segreteria@ordineingegnerigo.it”.



Consulenti e collaboratori
Contratti di collaborazione

[in corso di stesura]

Consulenze a carattere continuativo

[in corso di stesura]



Personale
Incarichi amministrativi di vertice

Non sono presenti dipendenti con qualifica di Direttore Generale/Dirigente.

L’amministrazione dell’Ordine, sia sotto il profilo decisionale che organizzativo, avviene sotto la diretta responsabilità del Consiglio che è rappresentato da:

Presidente Ing. PIETRO ZANDEGIACOMO RIZIO'
Segretario Ing. ALBERTO PICH
Tesoriere Ing. MAURO USSAI
Consigliere Ing. CLAUDIO BENSA
Consigliere Ing. PAOLA BISIACH
Consigliere Ing. PAOLO BLAZIC
Consigliere Ing. MASSIMILIANO BRESSAN
Consigliere Ing. SERGIO DE MARCHI
Consigliere Ing. Iunior STEFANO MINIUSSI

Le prestazioni eseguite nell’interesse dell’Ordine sono a titolo gratuito.

Dirigenti e posizioni organizzative

Non sono presenti né dirigenti, né figure responsabili di posizioni organizzative.



Dotazione organica

La dotazione organica attuale è di un impiegato di livello B2 con contratto a tempo indeterminato parttime . L’orario di lavoro è: nei giorni dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 13,00.

Nel 2013 il costo relativo al personale è stato:

per stipendio: € 12.862,36

per Irpef, contributi e INAIL : € 7.349,37

IRAP: € 1.342,72



Personale non a tempo indeterminato

Non ci sono dipendenti non a tempo indeterminato.



Tassi di assenza

Tasso di assenza del IV° trimestre del 2014:0%

Tasso di assenza del I° trimestre del 2015:0%



Incarichi conferiti e autorizzati ai dipendenti

Non sono stati conferiti e/o autorizzati incarichi ai dipendenti.



Contrattazione collettiva e integrativa

Contratto collettivo (da recuperare)

Contratto integrativo (da recuperare)



Bandi di concorso
Non sono previsti, al momento, bandi di concorso per reclutamento del personale a qualsiasi titolo.



Performance
[in corso di stesura]



Enti controllati
L’Ordine non controlla Enti pubblici o privati né detiene quote di partecipazione di Società.



Attività e procedimenti
Procedimenti amministrativi

[in corso di stesura]

Procedimenti disciplinari

[in corso di stesura]



Provvedimenti
Verbali del Consiglio

[in corso di stesura]

Delibere

[in corso di stesura]



Bandi di gara e contratti
[in corso di stesura]



Sovvenzioni, contributi, sussidi, vantaggi
L’Ordine non eroga sovvenzioni, contributi, sussidi né vantaggi economici a persone fisiche ed Enti pubblici e privati.



Bilanci
[in corso di stesura]



Beni immobili e gestione patrimonio
[in corso di stesura]



Servizi erogati
[in corso di stesura]



Pagamenti dell’amministrazione
[in corso di stesura]



Altri contenuti
Relazione annuale Referenti Provinciale - vedi nella sezione File qui sotto



Archivio
[in corso di stesura]